CIRCOLARE 5/2019 - Studio Biasotto & Partners - Treviso
15971
post-template-default,single,single-post,postid-15971,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive
 

CIRCOLARE 5/2019

CIRCOLARE 5/2019

FATTURAZIONE ELETTRONICA – Ulteriori chiarimenti

A decorrere dall’1.1.2019, per effetto delle disposizioni di cui al novellato art. 1 co. 3 del DLgs. 127/2015, le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato italiano, e le relative variazioni, sono documentate esclusivamente mediante fat­tura elettronica, in formato XML, utilizzando il Sistema di Interscambio (SdI).

Tuttavia, la stessa norma, nonché l’art. 10-bis del DL 119/2018, prevedono alcune ipotesi di esonero o di divieto dall’emissione della fattura elettronica.

Nel corso del mese di gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito numerosi ulteriori chiarimenti in relazione al processo di fatturazione elettronica.

Di seguito si riportano i chiarimenti più significativi, raggruppati per area tematica.